La regata, organizzata dal nostro Windsurfing Club Cagliari, è partita sotto i migliori auspici, con una folta partecipazione sia della vivacissima flotta locale    sia di moltissimi partecipanti arrivati da tutta Italia, alcuni anche dall’estero!

Eolo purtroppo non ci ha aiutato, rimanendo a lungo latitante, la sua latitanza è stata accompagnata inoltre da una perturbazione che non ha rese chiare le sue intenzioni fino alle 13,30, quando il cielo azzurro ha fatto capolino fra le nuvole scure.

Con il senno di poi… possiamo dire che se il campo fosse stato già pronto e le flotte in mare per le ore 14:00, ci sarebbe stato il tempo di disputare magari una o due prove con il debole vento proveniente dai quadranti settentrionali.

Purtroppo l’organizzazione di una regata comporta tempi decisamente più lunghi rispetto ad un tradizionale Criterium targato Flotta 345 e la partenza è stata alla fine data intorno alle 15,30, quando il vento era già nella sua fase calante e i repentini cambi di direzione rendevano il campo molto incerto.

Sulla linea di partenza si sono visti dei “nodi”, comprendenti anche 10-15 barche, che sono partiti molto in ritardo, e in cui erano invischiati anche alcuni fra gli equipaggi più quotati che avevano deciso per una partenza in boa. Molti di coloro che si sono trovati in questa situazione sono alla fine stati costretti a partire mure a sinistra dovendo dare precedenza a mezza flotta.

La regata, pur con le alterne vicende dovute alle frequenti variazioni di intensità e direzione del vento, stava proseguendo e, alla prima boa di bolina è sembrato che siano stati nettamente favoriti coloro i quali avevano optato per il lato sinistro del campo.

A metà della prima poppa, quando i primi stavano arrivando al cancello, il vento è ruotato bruscamente a sinistra, da nord è passato a ponente, tanto che le barche si sono trovate man mano a raggiungere il cancello di poppa in traverso o addirittura di bolina larga.

Quando il vento ha raggiunto una rotazione di 90°e ha continuato a calare ulteriormente, il comitato ha deciso di interrompere la prova e ha mandato tutti a terra, fra trenini di barche trainate dai vari gommoni, equipaggi che remavano e un po’ di freddo che si iniziava ad insinuare sotto le mute.

Da segnalare che, mentre il presente si fa passato, il futuro si fa appresso e diventa presente, un meraviglioso equipaggio estemporaneo femminile: Cavagnoli/Meschini si presenta alla ribalta della Flotta 345. Questo nuovo equipaggio, lasciateci sognare, non è ancora una promessa… ma già profuma di successo!

Qui un piccolo video riassuntivo di questa prima giornata

Si ringraziano Domiziano e Fulvio per il fondamentale apporto rispettivamente di parole e immagini.

 

Menu