Intervista a Vittorio Bissaro, Campione del Mondo 2019 Nacra 17 misto foil.

Vittorio Bissaro e Maelle Frascari si sono guadagnati il titolo iridato l’8 dicembre 2019, nel Golfo di Hauraki, presso Auckland, in Nuova Zelanda. Con il settimo posto nella Medal Race, hanno raggiunto il titolo mondiale, di fronte a Ruggero Tita e Caterina Banti, campioni del mondo uscenti, che nella stessa prova sono arrivati primi.
Questo risultato lascia ancora del tutto aperta la scelta del Comitato Olimpico Nazionale, circa l’equipaggio chiamato a rappresentare i colori nazionali alle Olimpiadi di TOKIO 2020.
Da questo punto di vista sarà decisivo l’esito dell’ultimo campionato che si terrà al Royal Geelong Yacht Club di Geelong, vicino Merlbourne, Australia. L’evento è particolarmente atteso perché tra i tanti equipaggi, i due italiani (Bissaro/Frascari e Tita/Banti) dovranno anche primeggiare l’uno sull’altro, perché la miglior posizione per loro varrà molto probabilmente la qualificazione per le vicine Olimpiadi di TOKIO 2020.
A detta di tanti, il campo di regata di Geelong ha condizioni molto simili a quelle che si ritrovano in inverno nel golfo di Cagliari, dove la predominanza del Maestrale, debole o forte, teso o rafficato, mette a dura prova la preparazione degli equipaggi.
In vista della grande prova che li aspetta dal 10 al 15 febbraio 2020, in questi giorni entrambi gli equipaggi sono a Cagliari; ed abbiamo colto l’occasione per incontrare Vittorio Bissaro e conoscerlo meglio.

Poiché l’intervista non copre gli anni più lontani, quali tratti salienti di Vittorio possiamo darvi i seguenti:
  • Vela agonistica dai primi anni 2000, sempre in catamarano: ha iniziato con l’Hobie Cat 16 e con il Formula 18. Con questi ha navigato per molti anni ed ha visto numerosi podi.
  • Laurea in Ingegneria Aerospaziale nel 2012, al Politecnico di Milano.
  • Naviga con il Nacra 17 dal 2013 in poi, con ampi riconoscimenti.
  • Con il Nacra 17 Ha già avuto una esperienza Olimpica, nel 2016, con Silvia Sicouri quale prodiera.
  • Ha avuto una buona esperienza, sempre vincente, con Giovanni Soldini ed il Maserati Multi 70, sempre nel 2016.
Per gli altri aspetti, vi lasciamo all’intervista che ci ha molto gentilmente concesso.
Buona visione ed un grande in bocca al lupo a Vittorio e Maelle.

 

Menu