Daniele Ciabatti e Roberto Dessy la spuntano per un’inezia su Piero Gessa e Fabrizio Zirone nel week-end di Pasqua al Poetto. Nella Regata nazionale Remax Cup della Classe Hobie Cat 16, organizzata dal Windsurfing Club Cagliari, i due equipaggi si sono sfidati a suon di vittorie e piazzamenti di vertice, in un duello all’insegna dell’equilibrio che si è deciso solo per un errore commesso da Gessa/Zirone nella penultima prova, prontamente sfruttato da Ciabatti/Dessy per mettere in cassaforte la vittoria finale.

Il podio è stato completato da Alberto Congiu e Alba Cabras, coppia inedita ma assai agguerrita, che ha controllato Maurizio Nese e Betty Nieddu, quarti, e Sandro Strazzera e Katia Usala, quinti. Cecilia Angioni e Valentina Gessa vincono l’deale classifica femminile e chiudono al sesto posto assoluto. Erano 25 gli equipaggi in gara, ben 8 provenienti Lazio, Lombardia e Toscana, a conferma dell’interesse nazionale per la regata.Dieci le prove disputate, tutte quelle previste dal programma, in un clima che non era certo quello primaverile che ci si aspettava. Nonostante l’assenza di sole e qualche goccia di pioggia, il Comitato di regata presieduto da Marco Giampà (con Sonia Serra, Enrica Mameli e Massimo Cortese) si è distinto per precisione, velocità e tempismo nel disporre i campi, continuamente modificati da una prova all’altra per inseguire le bizze del tempo.

Il forte vento e il mare grosso di questi tre giorni hanno reso la regata impegnativa e selettiva, adatta agli equipaggi più navigati, ma non ha smorzato l’entusiasmo della flotta che non ha mancato l’occasione per fare esperienza in condizioni difficili.

Otto vittorie parziali sono state spartite tra Ciabatti/Dessy (5) e Gessa/Zirone (3), una a testa a Pischedda/Mereu e Iazzetta/Ausenda, ma nessuna di queste è stata facile. La flotta è sempre partita in modo aggressivo ed i giri di boa sono stati al limite del regolamento, qualche volta oltre, come deve essere in ogni regata che si rispetti.

La velocità degli Hobie Cat 16 ha offerto grandi emozioni non solo agli equipaggi in gara ma anche agli spettatori, in terra ed in mare, che hanno avuto la possibilità di assistere alla regata. Il sorriso e la soddisfazione di tutti, spettatori e concorrenti, per le belle regate corse e viste in mare era infatti tangibile nelle serate conviviali organizzate dal Windsurfing Club Cagliari nella propria sede.

Per qualche tempo la flotta sarda andrà in pausa. Ricaricherà le batterie per presentarsi in forze al prossimo appuntamento di Palermo del 21/22 maggio, una regata che vedrà di nuovo la città siciliana protagonista di un evento Hobie. Speriamo che sia il primo di una lunga serie, che gli hobier sardi non si lasceranno di certo sfuggire.

Menu